Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Protezione Civile

Contatta il nostro ufficio

 

Orario apertura:8:30 - 13:00

Giorni: dal Lunedì al Sabato

 

Dirigente

foto non disponibile

Xxxxxx Yyyyyy

Dati del dirigente non disponibili

 

ULTIMI TERREMOTI

  • 2017-09-22 16:23:02 UTC - Magnitude(ML) 0.4 - 7 km NW Sondalo (SO)
  • 2017-09-22 16:12:18 UTC - Magnitude(ML) 0.8 - 3 km S Serrapetrona (MC)
  • 2017-09-22 15:46:56 UTC - Magnitude(ML) 2.1 - 2 km SE Preci (PG)

Rischio idrogeologico

Al ricevimento da parte della SORU dell’avviso meteorologico per fenomeni rilevanti, il Sindaco attiva il sistema comunale di protezione civile, dandone comunicazione alla Provincia, alla Prefettura – UTG ed alla Regione, ed avviando i contatti con le strutture operative presenti sul territorio (CC, VVF, GdF, CFS, PS, Polizia locale e Capitanerie di Porto). Sulla scorta delle informazioni ricevute dalla SORU e dai presidi territoriali di controllo il Sindaco provvede ad attivare le successive fasi di intervento, come meglio descritte nella successiva tabella. Il modello di intervento, in caso di rischio idrogeologico, quale evento prevedibile, si compone di quattro fasi quali: PREALLERTA, ATTENZIONE, PREALLARME, ALLARME, distinte a seconda del progredire e della gravità dell’evento calamitoso, ed un fase di FINE EMERGENZA, relativa alle ultime azioni da compiere per il ritorno della normalità.
- Fase di PREALLERTA: avviso di criticità pluviometrica ordinaria sul territorio.
- Fase di ATTENZIONE: avviso di criticità pluviometrica moderata sul territorio, approssimarsi di possibili situazioni di crisi in alcuni punti critici.
- Fase di PREALLARME: avviso di criticità pluviometrica elevata sul territorio, aggravarsi della situazione in uno od alcuni punti critici. Situazione da monitorare a vista da squadre di tecnici.
- Fase di ALLARME: avviso di criticità pluviometrica elevata sul territorio con ulteriore aggravamento della situazione con manifestazioni da dissesti di versante e/o alluvionali più o meno estese sul territorio. Situazione da monitorare e su cui intervenire secondo le procedure operative previste.

  FENOMENO  SCENARIO DANNI

CRITICITA' ORDINARIA

Eventi meteo-idrologici localizzati ed anche intensi

METEO

Temporali accompagnati da fulmini, rovesci di pioggia e  grandinate, colpi di vento e trombe d’aria

● Allagamento dei locali interrati;

● Interruzioni puntuali e provvisorie della viabilità in prossimità di piccoli impluvi e a valle dei fenomeni di scorrimento superficiale;

● Occasionali danni a persone e casuali perdite di vite umane

● Allagamento dei locali interrati;

● Interruzioni puntuali e provvisorie della viabilità in prossimità di piccoli impluvi e a valle dei fenomeni di scorrimento superficiale;

● Occasionali danni a persone e casuali perdite di vite umane

GEO

Possibilità di innesco di fenomeni di scorrimento superficiale localizzati con interessamento di coltri detritiche, cadute di massi ed alberi

IDRO

Fenomeni di ruscellamento superficiale, rigurgiti fognari, piene improvvise nell’idrografia secondaria ed urbana

 

  FENOMENO  SCENARIO DANNI

CRITICITA' MODERATA

Eventi meteo-idrologici intensi e persistenti

METEO

 

● Interruzioni puntuali e provvisorie della viabilità in prossimità di piccoli impluvi e a valle dei fenomeni di scorrimento superficiale;
● Danni a singoli edifici o piccoli centri abitati interessati da fenomeni di instabilità dei versanti;
● Allagamenti e danni ai locali interrati, provvisoria interruzione della viabilità stradale e ferroviaria in zone depresse (sottopassi, tunnel, ecc.) in prossimità del reticolo idrografico;
● Danni alle opere di contenimento, regimazione e attraversamento;
● Danni a attività agricole ai cantieri di lavoro, agli insediamenti artigianali, industriali e abitativi ubicati in aree  inondabili;
● Occasionali perdite di vite umane e possibili diffusi danni a persone

GEO

● Frequenti fenomeni di instabilità dei versanti di tipo superficiale di limitate dimensioni;
● Localizzati fenomeni tipo colate detritiche con possibile riattivazione di conoidi

IDRO

● Fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane;
● Limitati fenomeni di inondazione;
● Fenomeni localizzati di deposito del trasporto con formazione di sbarramenti temporanei;
● Occlusione parziale delle sezioni di deflusso delle acque.

 

  FENOMENO  SCENARIO DANNI

CRITICITA' ELEVATA

Eventi
meteo-idrologici
diffusi, intensi
e persistenti

METEO

  ● Danni alle attività agricole ed agli
insediamenti residenziali ed industriali sia
prossimali che distali rispetto al corso
d'acqua;
● Danni o distruzione di centri abitati, di
rilevati ferroviari o stradali, di opere di
contenimento, regimazione o di
attraversamento;
● Possibili perdite di vite umane e danni a
persone.

GEO

● Diffusi ed estesi fenomeni di
instabilità dei versanti.
● Possibilità di riattivazione di frane,
anche di grande dimensioni, in aree
note, legate a contesti geologici
particolarmente critici

IDRO

● Localizzati fenomeni tipo colate
detritiche con parziale riattivazione di
conoidi.

 

Procedure operative Rischio Idrogeologico

Visualizza n. 
Titolo Autore Visite
Fase di Allarme Scritto da Super User 58
Fase di Pre - Allerta Scritto da Super User 64
Fase di Attenzione Scritto da Super User 56
Fase di Pre - Allarme Scritto da Super User 64