Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Protezione Civile

Contatta il nostro ufficio

 

Orario apertura:8:30 - 13:00

Giorni: dal Lunedì al Sabato

 

Dirigente

foto non disponibile

Xxxxxx Yyyyyy

Dati del dirigente non disponibili

 

ULTIMI TERREMOTI

  • 2019-04-22 22:21:44 UTC - Magnitude(ML) 0.7 - 4 km N Calizzano (SV)
  • 2019-04-22 21:24:36 UTC - Magnitude(ML) 1.2 - 4 km N Calizzano (SV)
  • 2019-04-22 20:18:23 UTC - Magnitude(ML) 1.6 - San Donato Val di Comino (FR)

Rischio sismico

Fase di Emergenza

  PRESIDIO OPERATIVO
Indicatori evento - In seguito al verificarsi di un evento sismico di intensità significativa.
Il sindaco

- Attiva il Presidio Operativo ed i Presidi Territoriali;


- Attiva il Centro Operativo Comunale (C.O.C.);


- Avvisa Regione, Prefettura e Provincia e richiede, se necessario, l’attivazione delle procedure per la dichiarazione di Stato di Emergenza e l’apertura di un Centro Operativo Misto (C.O.M.);


- Dispone il richiamo in servizio del personale comunale;


- Attiva la procedura d’emergenza per l’emissione di avvisi alla popolazione;


- Si coordina con i Sindaci dei Comuni limitrofi eventualmente coinvolti od interessati.

- Emana le ordinanze del caso, in particolare relative all’inagibilità di eventuali edifici colpiti dal sisma, al trasferimento forzoso di famiglie, alle sgombero di fabbricati e di occupazione temporanea di porzioni di terreno da adibire o a piazzole o ad insediamenti provvisori. 

Il responsabile della P.C. Comunale  

Supporto 1 -

Funzione Tecnica e di Pianificazione.

Il Responsabile del Presidio Operativo

 

- Gestisce il presidio operativo ed invia le squadre che compongono il presidio territoriale sul territorio;


- Sulla base delle informazioni ricevute dalle squadre del presidio territoriale e dai contatti mantenuti con le varie realtà scientifiche, analizza lo scenario dell’evento, determina i criteri di priorità d’intervento nelle zone più vulnerate dall’evento stesso;


- Provvede, sulla base delle informazioni ricevute, all’aggiornamento dello scenario di evento;


- In collaborazione con la funzione Volontariato, invia personale nelle aree d’attesa per il primo allestimento delle medesime;


- Mantiene continui contatti sia con la SORU sia con le squadre di tecnici inviate sul posto, coordinandone le azioni;


- Determina, con continuo confronto con gli altri enti specialistici, quali il Servizio Sismico Nazionale, la Difesa del Suolo, la Provincia, la Regione, una situazione d’ipotetica previsione sul possibile nuovo manifestarsi dell’evento sismico;

- Organizza le azioni necessarie alle verifiche degli eventuali danni già in atto o situazioni di imminente rischio.

Supporto 2 -

Sanità, Assistenza sociale e Veterinaria.

Il referente

- Contatta le strutture sanitarie individuate in fase di pianificazione, ne verifica la disponibilità e vi mantiene contatti costanti;


- Richiede l’impiego delle associazioni di volontariato individuate in fase di pianificazione per il trasporto ed  assistenza alla popolazione presenti nelle strutture sanitarie e nelle abitazioni in cui vi sono malati gravi o disabili;


- Allerta e verifica l’effettiva disponibilità delle risorse delle strutture sanitarie da inviare alle aree di ricovero della popolazione;


- Garantisce la presenza di almeno una farmacia aperta ed accessibile;


- Raccorda l’attività delle diverse componenti sanitarie locali;


- Verifica l’assistenza sanitaria e psicologica con l’invio dei PMA presso le “Aree di emergenza”;


- Collabora per il coordinamento delle squadre di volontari inviate presso le abitazioni delle persone non autosufficienti;


- Provvede alla messa in sicurezza del patrimonio zootecnico.

Supporto 3 -

Funzione di Volontariato.

Il referente

- Coordina i volontari per l’assistenza alle attività delle diverse Funzioni di supporto;

- Coordina i volontari presenti presso le aree di emergenza, necessari ad assicurare l’assistenza alla popolazione;

- Coordina i volontari per il supporto all’evacuazione, della popolazione residentenelle aree a rischio, con articolare attenzione ai disabili, agli anziani, nonché ai bambini ed ai loro genitori, secondo le varie fasce di età.

- Predispone un gruppo di volontari pronto a far da guida a funzionari e volontari provenienti dall’esterno, secondo le esigenze del COC e del COM;

- Gestisce le risorse volontarie secondo turnazioni per le esigenze che COC e COM presenteranno.

Supporto 4 -

Funzione Materiali e Mezzi.

Il referente

- Invia i materiali ed i mezzi necessari ad assicurare l’assistenza alla popolazione presso i centri di accoglienza e per il trasporto della popolazione nelle aree di accoglienza;

- Mobilita le ditte preventivamente individuate per assicurare il primo intervento;

- Coordina la sistemazione presso le aree di accoglienza dei materiali forniti dalla Regione, dalla Prefettura e dalla Provincia;

- Coordina l’azione dei mezzi comunali, quali autobotti, rimozione rifiuti, trasporti, necessari (se disponibili in aggiunta a quanto fornito dall’ imprese);

- Gestisce il flusso di carico e scarico di materiali e mezzi provenienti dall’esterno.

Supporto 5 -

Servizi essenziali.

Il referente.

- Coordina i tecnici e le maestranze inviate sul territorio per verificare la funzionalità e la messa in sicurezza delle reti dei servizi essenziali;

- Mette a disposizione del personale per le esigenze dei servizi del centro di accoglienza, delle aree di ricovero e delle aree di ammassamento;

- In accordo col Sindaco nonché con le autorità scolastiche, dispone l’eventuale interruzione e la successiva ripresa dell’attività didattica.

Supporto 6 -

Censimento danni a persone e cose

Il referente

- Provvede al coordinamento delle attività finalizzate ad una ricognizione del danno e delle condizioni di fruibilità dei manufatti presenti sul territorio interessato, al fine di valutare la situazione complessiva determinatasi a seguito dell’evento e valutare gli interventi urgenti.

- Provvedere ad una valutazione del danno e dell’agibilità di edifici ed altre strutture.

- Individua le criticità urgenti per l'emissione delle prime ordinanze di sgombero e degli interventi di somma urgenza, a salvaguardia della pubblica e/o privata incolumità.

- Dispone i primi urgenti accertamenti,

- Si collegherà alle strutture di coordinamento.

Supporto 7 -

Strutture Operative locali e Viabilità

Il referente

- Allerta gli uomini e mezzi per la predisposizione e l’attivazione dei cancelli;

- Richiede, se del caso, l’intervento del personale dei Vigili Urbani, Vigili del Fuoco, Polizia di stato, Carabinieri e Guardia di finanza;

- Procede alla chiusura del traffico per l’area colpita e i nodi critici del sistema viario, provvedendo ad istituire appositi cancelli;

- Preso atto dello scenario d’evento, predispone la viabilità d’emergenza;

- Concorre con le forze dell’ordine presenti sul territorio ad attività di pattugliamento delle aree evacuate, prevenendo azioni di sciacallaggio;

- Valuta le indicazioni fornite dai presidi territoriali sulla fruibilità delle strade;

- Predispone l’utilizzo di squadre di uomini per la vigilanza degli edifici, che saranno, eventualmente, evacuati.

- Garantisce il trasporto della popolazione alle aree di attesa e successivamente alle aree di accoglienza.

- Coordina gli uomini ed i mezzi posti presso i cancelli individuati per controllare il deflusso della popolazione.

Supporto 8 - Telecomunicazioni

Il referente

- Garantisce l’affidabilità e l’efficacia delle comunicazioni, attiva il contatto con gli Enti Gestori dei servizi di telecomunicazione e dei radioamatori se presenti, radio, stampa e televisive;

- Predispone le dotazioni per il mantenimento delle comunicazioni in emergenza con il presidi territoriali e le squadre di volontari inviate sul territorio;

- Si accerta della funzionalità degli scambi informativi tra i referenti delle varie funzioni e tra questi e gli operatori sul posto, adottando, qualora necessario, misure di supporto.

Supporto 9 -

Assistenza alla Popolazione

Il referente

- Coordina le attività di evacuazione della popolazione delle aree a rischio;

- Provvede al censimento della popolazione evacuata;

- Garantisce la prima assistenza e le informazioni nelle aree di attesa;

- Crea e gestisce un magazzino viveri per la fase di emergenza; tali risorse dovranno poi essere razionalmente distribuite con priorità individuate in accordo con le funzioni Assistenza Sociale e Volontariato;

- Stipula accordi con ditte od attività in grado con la loro opera di far fronte alle necessità primarie della popolazione accolta nelle aree di attesa e di ricovero.

- Provvede al ricongiungimento delle famiglie;

- Fornisce le informazioni circa l’evoluzione del fenomeno in atto e la risposta del sistema di Protezione Civile.

Il Responsabile della struttura di segreteria e gestione dati - Collabora all’interno del COC nella predisposizione della modulistica e del protocollo.
L'Addetto Stampa

- Prepara comunicati e mantiene i rapporti con i mass-media.

Il Responsabile della Sala Operativa - Si pone a disposizione del C.O.C. per coadiuvare tecnicamente le attività di ogni singola Funzione di supporto.
Comunicazioni alla popolazione

- Si deve prevedere una comunicazione continua alla popolazione durante la fase di emergenza.

Termine fase