Font Size

SCREEN

Profile

Layout

Menu Style

Cpanel

Protezione Civile

Contatta il nostro ufficio

 

Orario apertura:8:30 - 13:00

Giorni: dal Lunedì al Sabato

 

Dirigente

foto non disponibile

Xxxxxx Yyyyyy

Dati del dirigente non disponibili

 

ULTIMI TERREMOTI

  • 2019-10-15 23:46:46 UTC - Magnitude(ML) 1.4 - Stretto di Messina (Reggio di Calabria, Messina)
  • 2019-10-15 23:45:47 UTC - Magnitude(ML) 1.7 - Costa Calabra sud-occidentale (Catanzaro, Vibo Valentia, Reggio di Calabria)
  • 2019-10-15 22:00:27 UTC - Magnitude(ML) 1.1 - 3 km SE Monte Cavallo (MC)

Rischio idrogeologico

Fase di Allarme

  PRESIDIO OPERATIVO
Indicatori evento - In seguito ad eventi in atto con criticità elevata nei punti critici monitorati dai Presidi territoriali.
Il sindaco - Fa attivare il sistema di allarme e predispone l’evacuazione della popolazione;
- Emana le ordinanze di sgombero, per l’evacuazione;
- Coordina le operazioni del COC;
- Provvede alle comunicazioni alla popolazione, secondo i meccanismi previsti;
- Mantiene ed intensifica i contatti con il COM se costituito, il CCS se costituito, la SORU, la Sala Operativa della Prefettura , la Sala Operativa della Provincia , i comuni limitrofi, le strutture locali di CC, VV, GdF, CFS, CP, informandoli dell’avvenuta attivazione della fase di allarme;
- Riceve gli allertamenti trasmessi dalla Soru e dalla Prefettura;
Il responsabile della P.C. Comunale  

Supporto 1 -

Funzione Tecnica e di Pianificazione.

Il Responsabile del Presidio Operativo

- Mantiene continui contatti con le squadre di tecnici inviate sul posto, coordinandone le azioni;

- Interrompe tutte le attività di ricognizione delle strutture tecniche comunali, dei VV.UU. e del Volontariato, e, dopo  l’eventuale evacuazione della popolazione, verifica il rientro di tutto il personale impiegato;

- Provvede, sulla base delle informazioni ricevute, all’aggiornamento dello scenario di evento;

- Si coordina con la funzione Materiali e Mezzi per le priorità e le tipologie di intervento dei mezzi disponibili (comunali o predisposti dalle Aziende convenzionate).

- Predispone le operazioni di verifica dei danni causati dall’evento attraverso squadre miste di tecnici e volontari qualificati secondo l’ordine: edifici strategici, edifici sensibili, edilizia privata e beni storico-artistici.

Supporto 2 -

Sanità, Assistenza sociale e Veterinaria.

Il referente

- Raccorda l’attività delle diverse componenti sanitarie locali;


- Verifica l’assistenza sanitaria e psicologica con l’invio dei PMA presso le aree di emergenza;


- Collabora per il coordinamento delle squadre di volontari inviate presso le abitazioni delle persone non autosufficienti;


- Continua a Garantire la presenza di almeno una farmacia aperta in zona non a rischio ed accessibile;


- Al termine dell’evacuazione verifica il rientro di tutto il personale impiegato.

Supporto 3 -

Funzione di Volontariato.

Il referente

- Coordina i volontari per l’assistenza alle attività delle diverse Funzioni di supporto;

- Coordina i volontari presenti presso le aree di emergenza, necessari ad assicurare l’assistenza alla popolazione;

- Coordina i volontari per il supporto all’evacuazione, della popolazione residente nelle aree a rischio, con particolare attenzione ai disabili, agli anziani, nonché ai bambini ed ai loro genitori, secondo le varie fasce di età;

- Al termine delle operazioni di evacuazione verifica il rientro di tutto il personale attivato eccetto quello dislocato  presso le aree di ricovero e di ammassamento.

Supporto 4 -

Funzione Materiali e Mezzi.

Il referente

- Invia i materiali ed i mezzi necessari ad assicurare l’assistenza alla popolazione presso i centri di accoglienza e per il trasporto della popolazione nelle aree di accoglienza;

- Mobilita le ditte preventivamente individuate per assicurare il primo intervento;

- Coordina la sistemazione presso le aree di accoglienza dei materiali forniti dalla Regione, dalla Prefettura e dalla Provincia;

- Coordina l’azione dei mezzi comunali, quali autobotti, rimozione rifiuti, trasporti, necessari (se disponibili in aggiunta a quanto fornito dall’ imprese).

Supporto 5 -

Servizi essenziali.

Il referente.

- Assicura la funzionalità e la messa in sicurezza dei servizi essenziali di competenza comunale, in particolare presso le aree di ricovero individuate;


- Coordina i tecnici e le maestranze inviate sul territorio per verificare la funzionalità e la messa in sicurezza delle reti dei servizi essenziali.


- Dispone e verifica la messa in sicurezza di tutto il personale impiegato.

Supporto 6 -

Censimento danni a persone e cose

Il referente

- Provvede al coordinamento delle attività finalizzate ad una ricognizione del danno e delle condizioni di fruibilità dei manufatti presenti sul territorio interessato, al fine di valutare la situazione complessiva determinatasi a seguito dell’evento e valutare gli interventi urgenti.


- Provvedere ad una valutazione del danno e dell’agibilità di edifici ed altre strutture.

- Individua le criticità urgenti per l'emissione delle prime ordinanze di sgombero e degli interventi di somma urgenza, a salvaguardia della pubblica e/o privata incolumità.

- Dispone i primi urgenti accertamenti,


- Si collegherà alle strutture di coordinamento.

Supporto 7 -

Strutture Operative locali e Viabilità

Il referente

- Vigila sul corretto deflusso del traffico esternamente e internamente all’area urbana;

- Richiede squadre di VVF tramite il COC per l'effettuazione di soccorsi urgenti,

- Garantisce il trasporto della popolazione alle aree di attesa e successivamente alle aree di accoglienza;

- Accerta la totale evacuazione della popolazione dalle aree a rischio;

- Coordina gli uomini ed i mezzi posti presso i cancelli individuati percontrollare il deflusso della popolazione.

Supporto 8 - Telecomunicazioni

Il referente

- Garantisce l’affidabilità e l’efficacia delle comunicazioni.

Supporto 9 -

Assistenza alla Popolazione

Il referente

- Provvede ad attivare il sistema di allarme e predispone l’evacuazione della popolazione;

- Coordina le attività di evacuazione della popolazione delle aree a rischio;

- Provvede al censimento della popolazione evacuata;

- Garantisce la prima assistenza e le informazioni nelle aree di attesa;

- Provvede al ricongiungimento delle famiglie;

- Fornisce le informazioni circa l’evoluzione del fenomeno in atto e la risposta del sistema di Protezione Civile;

Il Responsabile della struttura di segreteria e gestione dati - Collabora all’interno del COC nella predisposizione della modulistica e del protocollo.
L'Addetto Stampa - Prepara comunicati e mantiene i rapporti con i mass-media.
Il Responsabile della Sala Operativa - Si pone a disposizione del C.O.C. per coadiuvare tecnicamente le attività di ogni singola Funzione di supporto.
Comunicazioni alla popolazione Si deve prevedere la diramazione dell’avviso di allarme e di evacuazione della popolazione, a tal fine, oltre all’utilizzo delle staffette altoparlanti, comunicazioni radio/televisive, e punti avanzati di incontro, si può inviare un segnale tramite il suono continuo delle sirene, per un periodo di circa 15 minuti.
Termine fase

- Al ritorno di una condizione di normalità degli indicatori di evento senza che l’evento atteso si sia verificato con il ritorno alla fase di pre – allarme.


- Quando a seguito del verificarsi dell’evento atteso, oltre al ritorno di una condizione di normalità degli indicatori di evento, si riscontri il ripristino delle normali condizioni di vita, a seguito di opportune verifiche di agibilità delle strutture e delle condizioni di sicurezza generali dell’intero territorio.